Festeggiare Pasqua senza consumismo


Quest'anno ci siamo trovati con 15 uova di Pasqua in casa: uova fresche eh, di galline ruspanti per giunta! Dopo qualche momento di panico ho messo in moto l'impastatrice per fare 2 TEGLIE DI BIGNE'. 
I nostri bignè
Con le altre uova ho deciso di fare delle TAGLIATELLE (da congelare, per i giorni in cui non c'è tempo per cucinare) ma sono riuscita a salvare i gusci da fare colorare ai bambini.
Pensavo sarebbe stato più difficile svuotare le uova senza rompere i gusci, invece con uno spillo piuttosto grosso ho fatto un foro sopra e uno sotto l'uovo, poi  è stato facile soffiare fuori tutto il contenuto.

Alla caccia delle uova
Davide e Matteo sono stati bravissimi a dipingere i gusci con delicatezza e la mattina di Pasqua abbiamo nascosto le uova colorate nel giardino per divertirci con la caccia al tesoro.

Gli ovetti di cioccolato non sono tanto belli: ma buonissimi!
Come abbiamo già scritto, quest'anno non abbiamo comprato il classico uovo di Pasqua e ho provato a fare degli ovetti fatti in casa... Ma non ho avuto voglia di temperare il cioccolato e il risultato non è stato dei migliori 😁

Un'altra tradizione di Pasqua che abbiamo voluto onorare è quella di fare i germogli come quelli che si preparano per i Sepolcri (leggete qui se volete sapere come fare i germogli in casa senza germogliatore).

Quest'anno poi abbiamo avuto la fortuna avere la colomba che veniva a piluccare le giuggiole dai rami dell'albero e di festeggiare anche un battesimo ad un passo dalla spiaggia!


Che vento, ma che divertimento!!

Commenti

katia ha detto…
che bellissimo post! anche noi abbiamo trovato soluzioni decisamente alternative! buona giornata!

Post più popolari