Sport a impatto zero



Come sapete i bambini ormai sono "grandi" e quest'anno hanno sperimentato per la prima volta lo sport! In base ai nostri tempi e ai loro gusti abbiamo scelto di iscrivere Davide a calcio e Matteo a capoeira e dopo qualche mese ci siamo ritrovati a riflettere sull'impatto degli sport sull'ambiente.

Innanzitutto la palestra/campo: dobbiamo attraversare mezza città per portarli e raramente siamo riusciti a farlo in bici, per via dei tempi molto stretti :-(

Poi l'abbigliamento/attrezzatura: per capoeira è stata una passeggiata, andava benissimo l'abbigliamento che Matteo aveva già e gli strumenti musicali li stanno addirittura creando insieme al maestro utilizzando elementi tradizionali, naturali o di recupero, quindi è uno sport sicuramente molto in sintonia con il nostro stile di vita.
Per calcio il discorso è molto diverso: Davide ha avuto bisogno degli scarpini, di una completo e anche della divisa (compresi zaino e calzettoni). Anche questo, come capoeira, è uno sport che speriamo potranno divertirsi a fare al parco con gli amici, ma l'esperienza della squadra (non dal punto di vista umano, eh!) non credo la riproporremo il prossimo anno.

Io e Paolo ci siamo ritrovati a pensare alla possibilità di fargli sperimentare vari sport nei prossimi anni, forse dal punto di vista fisico, relazionale e dello sviluppo per loro sarebbe un vantaggio...ma non rischiamo di ritrovarci poi con valanghe di divise e attrezzature che nessuno usa più?
Comunque gli sport che vorremmo fargli provare a settembre sono: nuoto, arrampicata (per Matteo) e atletica (per Davide).

Nel frattempo anche noi adulti stiamo cercando di dare il buon esempio, facendo diventare lo sport una delle buone abitudini quotidiane, Paolo si sta dedicando alla corsa, con un investimento minimo in abbigliamento e scarpe. Io che usavo una app per lo yoga molto comoda per l'allenamento casalingo veramente a impatto zero, negli ultimi mesi ho cominciato ad allenarmi anche per mettere su un po' di muscoli e quindi ho dovuto acquistare un minimo di attrezzatura, ma senza esagerare: corda, pesi e abbigliamento tecnico ;-)

Secondo voi è possibile fare sport a impatto zero oppure un minimo di acquisto di materiale è obbligatorio?

Commenti

Loredana Cramarossa ha detto…
Quanto vorrei anch'io fare un po' di movimento. La "ciccia" è decisamente scomoda, insalubre e poco ecologica! :D Perciò grazie per essermi di ispirazione! ;)
Danda

Post più popolari