Conservare la frutta



Il mio metodo preferito è in primo piano! Dietro ci sono le marmellate e la frutta al naturale.

Con questo caldo e l'abbondanza di frutta fresca un problema mi tormenta: come fare per non farla andare a male? Quindi sono sempre alla ricerca del metodo migliore per evitare sprechi senza complicarmi la vita, oggi vi presento le mie soluzioni. 
So che non tutti hanno la fortuna di avere un nonno che fornisce i prodotti del suo campo, ma forse anche a voi capiterà di ritrovarvi con più disponibilità di quel che riuscite a consumare. 
Inoltre vi assicuro che questi metodi sono collaudati anche per dei mix estemporanei... della serie "sto per partire per le ferie e mi avanzano mezzo melone, tre albicocche e una pesca"!


1. MARMELLATA
Niente di nuovo sotto il sole, avrete sicuramente una collaudata ricetta di famiglia, io quest'estate però l'ho fatta con la macchina del pane! All'inizio dell'estate ho rubato la macchina  del pane a mia mamma perché ero un po' preoccupata dal dover gestire le colazioni e le merende di tutta la famiglia e ammetto che è stata una valido aiuto. Questo  modello ha lo specifico programma per la marmellata che consiste semplicemente nello stare accesa un'ora mescolando di tanto in tanto. In pratica io pulisco e frullo la frutta, aggiungo succo di limone e zucchero secondo la ricetta, accendo la macchina e la lascio fare, dieci minuti prima della fine del programma metto a bollire i vasetti in modo da invasettare marmellata bollente nel vasetto bollente. 

2. FRUTTA CONGELATA
Questa è la soluzione più semplice e veloce, e devo dire che è la mia preferita! Pulisco la frutta (vedete voi se aggiungere lo zucchero) e la frullo, verso nello stampo per muffin e congelo, il giorno dopo tolgo i dischetti dallo stampo e li conservo in congelatore in un sacchetto. Anni fa usavo i bicchieri di plastica per conservare il succo, ma ora che abbiamo eliminato l'usa e getta ho scoperto che usando gli stampini posso proporli anche come sorbetti per la merenda! Cosa fare col succo congelato? Io personalmente me lo mangio come una granita al cucchiaio (più avanzi avete mescolato, più è saporita), ma si può anche scongelare per preparare succhi o dolci, e cosa ne dite di mini dosi di frutta da aggiungere allo yogurt che avete fatto in casa?

3. CONSERVA AL NATURALE:
un altro modo per salvare il sapore dell'estate e gustarlo scena aggiunta di zucchero. La ricetta me l'ha consigliata una coppia del mio GAS: grazie Anna e Luigi per questa meraviglia della natura!!! 

1. Usare frutta matura e succosa, barattoli sterilizzati, capsule nuove con il bottone del sottovuoto.2. Pulire, lavare, tagliare a pezzetti la frutta.3. Metterla nel vaso senza lasciare bolle di aria, fermarsi a due dita dal bordo del vaso.4. Fare in modo che il succo copra tutta la frutta, ma non tocchi il tappo.5. Chiudere bene il coperchio e mettere a bollire per 15 minuti. 6. Lasciare raffreddare il vaso lentamente dentro l'acqua.7. Conservare al buio e al fresco.8. Consumare entro un anno (ricordatevi che non c'è lo zucchero come conservante!) dopo aver controllato che non si siano formate muffe e cattivi odori: la conservazione casalinga non è infallibile, soprattutto se siete alle prime armi come me. 
La scoperta straordinaria che ho fatto quest'inverno aprendo uno dei barattoli di pere è stata che con il frullatore ad immersione ho preparato il succo di frutta più buono del mondo in un minuto! Ma potete mangiarvela anche così al cucchiaio o nello yogurt, anche se confesso che molti dei miei barattoli sono finiti nell'impasto dei muffin per la colazione :-D

Spero di avervi dato dei buoni spunti per sprecare meno frutta quest'estate ed avere gustose colazioni quest'inverno! 

Post più popolari