Pidocchi :-(




Siamo alle prese con la nostra prima invasione di pidocchi e volevo raccontarvi come ce la stiamo cavando.
A parte la difficoltà iniziale nel riconoscere le uova (le cercavamo bianche e tonde, ma sono delle goccioline grigie), il grosso della disinfestazione è stato fatto a mano: quando ce ne siamo accorti era sera, ed essendo la prima volta non avevamo in casa niente di specifico.
Per fortuna l'istinto scimmiomaterno si è svegliato e con le mie unghiette e un bel faro sparato sulle teste ho tolto il 90% dei parassiti e delle uova/lendini.
Dopo due ore passate tra i capelli bagnati di tutta la famiglia mi sono arresa, ho messo a lavare a 60° federe e asciugamani e siamo andati a letto.
Il giorno dopo la pediatra ha firmato la riammissione a scuola perché non ha trovato niente ma ci ha rifilato lo spray miracoloso: 20 € per 100 grammi di... Tocoferolo e Cyclopentasiloxane, che dovrebbe ucciderli per soffocamento.
Secondo me il problema si risolve a mano, con santa pazienza e l'occhio allenato. Quindi mi armo di pettine, foglio bianco per mettere le uova trovate, faro (o finestra se c'è il sole) e li passo ciocca per ciocca.
Paolo ovviamente non è d'accordo e preferisce fare la pulizia col pettinino, perché ha l'impressione che pulirli a mano sia una battaglia persa, che a occhio non si vede tutto.
Rimane poi il problema della scuola, di quei genitori che non vogliono vedere o comunque del naturale ciclo vitale dei pidocchi, per cui mentre i miei magari sono già arrivati al picco e sono stati trattati, qualcuno è ancora all'inizio dell'infestazione e la situazione esploderà tra una settimana.
Concludendo: il trattamento lo stiamo facendo (anche se io impreco chiedendomi come farò a togliermi tutto quel silicone dai capelli), continuiamo con pettinino e visita di mamma scimmia almeno due volte al giorno e vi terremo aggiornati.

P.S.: una nota positiva c'è... siamo obbligati a dormire in letti sparati, e pare che i bambini abbiano capito l'importanza della cosa, quindi niente più visite nel lettone!

Commenti

Strega Northia ha detto…
ma daiiiiiiiiiiii non ci credo, esistono ancora i pidocchi nelle scuole??? si vede che non ho bimbi
Strega Northia ha detto…
hai ricevuto un premio nel mio blog :)

http://sussurropagano.blogspot.it/2013/02/un-premio-per-sussurro-pagano.html
Elisa Musi ha detto…
La mia parrucchiera sostiene che per ammazzare tutto basta una tinta, lei la faceva anche a suo figlio quand'era piccolo.
Chiara e Paolo ha detto…
Penso che i pidocchi nelle scuole esisteranno finché esistono le mamme che non dichiarano alle maestre il problema dei propri figli in modo da allertare tutti, ma ammettere che i propri figli hanno i pidocchi equivale al biasimo sociale... e chi ne ha voglia?
Quindi molte stanno zitte e non pensano che i pidocchi così continuano a girare ma poi tornano come un booooooomerang!!
Chiara e Paolo ha detto…
Io odio le tinte! Mi distruggono i capelli :-(
Ma l'effetto sarà dato dallo scompenso che portano nel ph della cute? Devo indagare per capire se si può avere un effetto equivalente con prodotti che i miei capelli tollerano, grazie!
rita62 ha detto…
lavare i capelli normalmente e sciacquarli con abbondante aceto per tutto l'anno, non solo allontana il rischio di "contagio" ma rinforza i capelli e li lucida...provare per credere...Auguroni!!!! Rita
Elisa Musi ha detto…
Di nulla!
Naz ha detto…
Mio figlio ha sempre avuto capelli cortissimi.

Li taglio io quasi ogni mese

Nonostante 2-3 epidemie è passato indenne.

Un po di buon senso...prevenire meglio che curare!

Quanto sono brutti i bimbi con i capelli lunghi!
Chiara e Paolo ha detto…
Anche noi gli tagliamo spesso i capelli in casa (almeno finchè non cominceranno a lamentarsi dei risultati) ma non dimenticarti che la mamma e il babbo sono due capelloni ;-)

Post più popolari