Un piccolo orto casalingo. 1: Recuperare i semi.


Ponendoci gli obiettivi per il nuovo anno io e Paolo abbiamo deciso di provare a cavarcela da soli con l'orto e dedicare qualche metro del nostro giardino alla coltivazione di alcune piante, ci sarà meno spazio per far giocare i bambini ma avranno tante cose da imparare da un piccolo orto casalingo.



1° PASSO, RECUPERARE I SEMI.
A gennaio l'Ecoistituto di Cesena ha organizzato un pomeriggio di libero scambio di semi rurali e, anche se i miei studi teorici e pratici sono piuttosto indietro, mi sono presentata con i semi della luffa che abbiamo coltivato lo scorso anno.
In realtà più che uno scambio sembrava un buffet: c'erano tavolini ovunque con sacchi di semi da cui ciascuno poteva prendere quello che voleva, senza limiti di quantità e qualità, ed è proprio vero che quando le cose sono alla portata di tutti ciascuno si contiene e nessuno rimane a mani vuote.
Io che sono arrivata con un sacchetto solo sono tornata a casa con 10 sacchetti di semi e 4 zucche decorative per far giocare i bambini (guardatele nella foto: zucchina, pera, mandarino e limone).
Prima di andare avevo cercato di documentarmi e decidere quali vegetali avrei dovuto cercare in base alle probabilità di riuscire poi a coltivarli e allo spazio, quindi ho lasciato molti semi che mi avevano incuriosito, come le melanzane bianche e l'anguria da marmellata, ma a qualcosa non ho saputo resistere, come il melone banana e le buste di semi preparate dai bambini della scuola elementare di Villazzano!



Scambiarsi semi è illegale?
Abbiamo scelto di usare i semi rurali non perché sono gratis (una bustina di semi non costa comunque tanto) ma perché crediamo nella biodiversità e non dovendo vendere a nessuno i nostri prodotti non c'interessa di avere le varietà da supermercato. Tra l'altro mantenere in vita le specie rurali riseminando periodicamente è l'unico modo di salvare le varietà anche quando non sono di moda... penso alla bontà di certe pesche che mangiavo da bambina e che adesso non si trovano più in giro :(
Invitando amici e vicini al pomeriggio di scambio però è emerso il dubbio che scambiarsi semi fosse illegale: per fortuna non lo è, almeno a Cesena nel 2012. Andando a leggere nel sito Civiltà Contadina trovate questo

"Nell'aprile 2006 Civiltà Contadina assieme ad altre organizzazioni lanciò una campagna di sensibilizzazione sugli aspetti legali del libero scambio di semi (...) Dopo  circa 2 anni e mezzo  di sistematica raccolta di firme cominciarono a uscire i primi decreti favorevoli e ora lo scambio gratuito e libero di sementi è garantito da leggi dello stato."

Gli scambi di semi del 2012 :
Siamo un po' in ritardo per consigliarvi gli scambi di semi di quest'anno :(
Molti ci sono già stati (Rosignano Marittimo, Milano, Napoli, Sulmona, Ferrara, Faenza, Torriglia ecc.) Gli unici che ho trovato ancora disponibili sono questi di Vicenza e Roma. Se avete qualcosa da segnare scrivete pure!

Informazioni utili:
http://www.tecnologieappropriate.it/
http://www.semirurali.net/
http://www.civiltacontadina.it/
Se siete utenti di Facebook iscrivetevi al gruppo Civiltà Contadina: http://www.facebook.com/groups/81339532300/




Commenti

mantide ha detto…
ottimo blog pieno di consigli utili...
Chiara e Paolo ha detto…
Grazie, purtroppo per quel che riguarda l'orto ci limitiamo a far girare le informazioni, perché di esperienza ne abbiamo veramente poca... speriamo di farcela col tempo!

Post più popolari