Chiedere in prestito





Com'è andata:
Facendo questo esperimento di riduzione dei rifiuti e volendo sperimentare tutte le soluzioni alla nostra portata per trovare quelle migliori, ci siamo imbattuti nella questione del prestito: se non siamo sicuri di avere bisogno di un bene o sappiamo già che lo utilizzeremo raramente, perché dovremmo acquistarlo? Per aumentare il PIL ovviamente, ma questa è un'altra questione...


Guardando casa nostra vediamo tanti oggetti e beni che non sfrutteremo fino a consumare, ma ci sono sembrati indispensabili in un certo momento della nostra vita: attrezzatura da neonati in testa poi strumenti per la cucina e quella cosa dell'IKEA che lì per lì sembrava fatta apposta per noi. 
Eppure siamo sempre stati dei consumatori consapevoli e mai avidi, forse solo poco attenti al futuro degli oggetti; d'ora in poi ci piacerebbe pensare di "adottare" quello che compriamo, prendendocene carico come se non esistessero le discariche.

In questi mesi abbiamo trovato in prestito:

vaporetto, gelatiera, centrifuga, un pezzo di terra in cui coltivare la Luffa (parenti)
passapomodoro, cariola, scala, vanga (vicini)
mulino casalingo,  fornetto estense (GAS)
cellulari (amici)

Pro e contro:
Pro: migliora la qualità delle relazioni.
Contro: non tutto si trova in prestito... soprattutto il Bimby!

Si può fare di più:
Il prossimo passo è il baratto? Siamo curiosi di vedere se è possibile.

Informazioni utili:
Non abbiamo provato ma c'è questo forum sul baratto, anche se noi crediamo che sia più fattibile farlo con i vicini ;-)

Il nostro giudizio è:
Chiara: continueremo sicuramente.
Paolo: la richiesta ai vicini solletica il clown che è in me, Chiara mi deve fermare perché correrei a chiedere in prestito qualsiasi cosa. (grazie alla nonna Renata che mi sopporta)

Post più popolari