Crema per il viso



Lo stato del bidone: 
Due flaconi l'anno, non ha un grande impatto sulla spazzatura, ma imparando a conoscere meglio gli ingredienti dei cosmetici mi sono ritrovata a buttare tutti quelli che avevo.

La nostra soluzione:
Alla spina in farmacia o in erboristeria si possono trovare (quasi) tutti gli ingredienti per prepararsi una crema in casa.

Com'è andata:
Ho cominciato a leggere meglio gli ingredienti dei miei cosmetici, consultando il Biodizionario, e ho scoperto che non volevo mettermi in faccia nessuno di quelli che possedevo.

Dal momento che comprare qualcosa di nuovo voleva dire produrre rifiuti ho valutato l'autoproduzione, cercando di capire come funziona lo "spignattamento" delle creme,

ma ho scoperto che è talmente al di sopra delle mie possibilità da non aver neanche il coraggio di provarci (mi sono arresa a fase acquosa e fase oleosa) però chi si vuole cimentare troverà tantissime informazioni e consigli spulciando in giro per la rete.

Quanto a me, mi sono limitata a testare qualche olio e burro da usare come idratante e crema da giorno, trovando più adatto alla mia pelle il burro di karitè (che tra l'altro sto usando anche per la dermatite atopica dei pupi).

Inoltre ho trovato utile anche la vitamina E, (che dovrebbe essere tocoferolo o tocoferil acetato  mentre la mia è tocoferolo acetato, mah...) e dovrebbe essere un antiossidante, quindi combattere i radicali liberi e l'invecchiamento della pelle: ma perché tutti questi dovrebbe?
Se volete capire la differenza tra tocoferolo e tocoferil acetato e l'utilizzo cosmetico della vitamina e andate a leggere questa discussione (per me è molto tecnica e complicata ma spiega molte cose) o le risposte di Fabrizio Zago in questa più semplici e dirette.

Riassumendo:
  • Mattina: burro di karitè come idratante (nel senso che sostituisce il mio film idrolipidico carente e mantiene l'acqua nella pelle, non ne aggiunge altra), si conserva nel suo barattolo ben chiuso a temperatura ambiente.
  • Sera: vitamina E come antiossidante (combatte i radicali liberi) ha la consistenza del miele e io non ho problemi a spalmarlo (ma poi ci vado a letto, per uscire forse fa un effetto tropo lucido), si conserva in frigo.

Riduzione dei rifiuti:
100%

Ci ha fatto cambiare le nostre abitudini:
Spesso prima di andare a dormire manca la voglia di raggiungere il frigorifero :-(

Pro e contro:
Pro: ingredienti freschi e puri, a prezzi onesti.
Contro: la conservazione in frigorifero è decisamente scomoda.

Si può fare di più:
Imparare a conoscere la propria pelle per capire quello che le serve veramente.

Informazioni utili:
Spignattamenti di creme: Lola, Saicosatispalmi, Spignattine (ma se ne trovano tanti altri)
Olio commerciale o alla spina? (Olio Vea 13,70€ per 20 ml, contro gli 8 € per 50 ml dello stesso ingrediente alla spina in farmacia)

Il nostro giudizio è:
Chiara: nel mio caso funziona.
Paolo: crema per far cosa?

Post più popolari