Pulizia vetri e specchi


Lo stato del bidone: 
direi 2 flaconi di plastica all'anno, senza contare tutte le sostanze mefitiche disperse nell'aria ad ogni spruzzo!

La nostra soluzione:
I rimedi della nonna: acqua calda e giornali.

Com'è andata:
Nella nostra famiglia gli aloni sugli specchi non sono degni di nota e che ci accontentiamo di eliminare lo sporco, quindi per noi acqua calda e giornali sono più che sufficienti: acqua calda per pulire e giornali per "lucidare".

Poi i giornali (mia mamma specifica sempre: i quotidiani in bianco e nero, i volantini dei supermercati non valgono...) non sempre ci sono e ci accontentiamo del panno in microfibra o -orrore!- della spugna che lascia dei begli aloni dappertutto. Per la famigerata finestra della cucina, sul cui davanzale alberga il gatto, Paolo ha provato una di quelle macchine sparavapore (adesso hanno una relazione clandestina, tanto che una volta l'ho sorpreso mentre cercava di accenderla attorno a mezzanotte...) e i risultati sono stati sorprendenti: anche il gatto era allibito di non trovare più le tracce del suo naso su tutto il vetro!

Riduzione dei rifiuti:
100%

Ci ha fatto cambiare le nostre abitudini:
Se la notte non trovo Paolo nel letto so dove cercarlo...

Pro e contro:
Pro: niente più intossicazioni da Vetril. 
Contro: lo svaporatore costa tropo per le nostre tasche, infatti è in prestito!

Si può fare di più:
Una soluzione per le finestre non troppo incrostate: usare acqua calda e sostituire la carta di giornale (che poi deve essere buttata) con una spatola lavavetri (prezzo € 4).



Informazioni utili:
Ogni nonna ha il suo metodo e i suoi criteri, per un giudizio imparziale provate le istruzioni dei detersivibioallegri.

Il nostro giudizio è:
Chiara: ancora ottimo
Paolo: Il vaporetto non è molto comodo (pesante, non ha una grande autonomia) ma sostituisce bene i detersivi chimici.

Post più popolari